Sono nato a Milano nel 1956, ma vivo da oltre quarant’anni a Bergamo, e ho avviato la mia attività giornalistica nel 1979.

Sono giornalista pubblicista dal 1981 e dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica (e di gastronomia), a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, ho cominciato ad occuparmi di vino dal 1984.

Nel corso degli anni sono stato collaboratore di svariate testate (Gambero rosso, Casaviva, Gente Viaggi, A tavola, Meridiani, Barolo & Co., Corriere Vinicolo, Catering, Codice della Cucina Italiana, Gazzetta di Parma, Il Giornale, per citarne solo alcune) e attualmente collaboro con Cucina Gourmet, La Cucina del Corriere della Sera, De Vinis, rivista ufficiale dell’Associazione Italiana Sommeliers (per la quale curo le news del sito Internet www.sommelier.it) e saltuariamente con Bibenda. Per A.I.S. e Onav ho condotto serate di degustazione dedicate ai più importanti vini.
Ho collaborato alle riviste britanniche Decanter e The World of Fine Wine (di cui sono tuttora membro dell’Editorial board).
Sono stato redattore della sezione dedicata all’Italia, insieme al master of wine Nicolas Belfrage, delle sette edizioni dell’annuario internazionale del vino, curato dal giornalista inglese Tom Stevenson Wine Report.
Nel 2010 ho collaborato alla prima edizione di Slowine, nuova guida dei vini di Slow Food.
Sono attivo su Internet da oltre dieci anni e dopo aver curato per sei anni il sito WineReport, dal marzo 2006 conduco il blog Vino al Vino. Nel 2010 ho creato il blog Lemillebolleblog, dedicato al mondo dei metodo classico italiani e internazionali.
Grande appassionato del Barolo e del Barbaresco, cui ho dedicato e dedico numerosissimi articoli e interventi, sono stato anche ideatore e autore del sito Internet Barolo di Barolo (www.barolodibarolo.com) interamente dedicato alla storia, alla realtà, ai protagonisti del Barolo nel villaggio che è capitale del vino, Barolo.
Per alcuni anni ho collaborato attivamente alla realizzazione della più importante rassegna dedicata ai vitigni autoctoni di Puglia, Vini di Radici, e alle sue iniziative collaterali.